Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità, contenuti e servizi più vicini ai tuoi gusti e interessi. Chiudendo questo messaggio, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie per le finalità indicate.
Booking.com

FLY WHIT US

Agli operatori di alcuni Boeing 777-300ER è stato imposto di eseguire controlli ai motori, dopo la parziale espolsione del propulsore General Electric GE90 su un aereo Thai Airways International.

L'incidente ha coinvolto il volo tailandese TG970 mentre iniziava il decollo per Zurigo, il 20 ottobre, dall'aeroporto Suvarnabhumi di Bangkok.

I responsabili statunitensi della FAA hanno emesso una direttiva sull'aeronavigabilità di emergenza che, pur non menzionando in modo specifico Thai Airways, fa riferimento a un guasto alla turbina ad alta pressione GE90-115B che ha fatto parzialmente esplodere la parte esterna del motore nella stessa data.

Viene riportato che il decollo è stato interrotto in conseguenza all'esplosione e che i detriti hanno colpito la fusoliera dell'aereo e l'altro motore.

Distrutto parzialmente motore di un B777-300 della Thai Airways

La direttiva richiede la rimozione, entro 25 cicli, di un sigillo interstage dai motori con otto numeri di serie particolari.

La direttiva riporta che la misura è progettata per prevenire guasti alla turbina ad alta pressione che potrebbero provocare il rilascio di detriti ad alta energia dannosi.

Thai Airways Boeing 777-300ER